Come soffio leggero

Sembrava mancasse qualcosa. Bisognava chiudere un cerchio, cercare l’anello mancante, che mi facesse sentire uomo, ma non un uomo come spesso si intende, un uomo forte, coraggioso, sicuro… no, forse così lo sono sempre stato o almeno nelle apparenze, come capita a tanti. Di solito gli uomini si creano una corazza per nascondere i propri sentimenti, una corazza per farli apparire duri, tosti, uomini che pensano all’aspetto pratico delle cose. Ecco, io per chiudere il cerchio e somigliare a un vero uomo, avevo pensato che bisognava riappropriarsi dell’essenza più umana della vita. Dovevo riappropriarmi delle emozioni, dei sentimenti, dei batticuori. Avevo bisogno di piangere senza negarlo a nessuno. Di esplorare la tenerezza della mia umanità. Avevo bisogno di pace, di silenzi, d’amore per me stesso e per tutto ciò che mi circondava. Avevo bisogno di poesia, per raccontare la mia vita con la potenza delle parole. Così senza volerlo è nato questo libro che ho chiamato: “Come soffio leggero”.

Post in evidenza
no-posts-feed.on-the-way
no-posts-feed.stay-tuned
Post recenti
Archivio
Cerca per tag

(C) copyright 2013 CTL SNC P. IVA 01643020496​

editore: CTL Editore

Borgo S. Jacopo, 63 57126 Livorno

Tel. 0586 806376

ctleditorelivorno@gmail.com