top of page

"La vita può essere vista come un romanzo e di per sé questo è già terapeutico".
Narrarla e scriverla in prima persona ancor di più. Questi gli assunti che danno origine al nuovo lavoro di Alessandra Parentela che, dopo il suo titolo d'esordio "Un viaggio chiamato psicoterapia", ritorna raccontando alcune toccanti storie di vita di 5 suoi pazienti.
"Ma è proprio questa la vita che voglio?" si chiede insistentemente Eva, una delle protagoniste. Ed è proprio questa domanda che spinge lei e tutti gli altri a narrarsi e, così facendo, a capire quali siano i "paletti" che li intrappolano in delle vite che non hanno scelto e a ridefinirsi in una nuova e più consapevole visione di loro stessi.
È ancora una volta la psicoterapia il percorso scelto per raggiungere questo obiettivo, perché è
attraverso di essa che i protagonisti di queste “biografie intrappolate” si danno la possibilità di rinascere e di riscrivere un nuovo copione per la propria vita, finalmente affine alle loro reali esigenze. 
Di nuovo l’accento di questa psicoterapeuta di talento è posto sull’importanza della psicoterapia nella vita di una persona. Di nuovo il focus del suo lavoro riguarda non tanto l’aspetto patologico, ma il benessere. 
Quel benessere a cui chiunque può tendere e che può raggiungere se decide di prendere davvero in mano la propria vita.

 

Alessandra Parentela

La trappola della biografia

SKU: 9788833875323
€ 14,50 Prezzo regolare
€ 13,78Prezzo in saldo
    ESTRATTO
    bottom of page